Arcidiocesi di Catania

Arcipretura Chiesa Madre San Nicola

Caritas San Nicola


CRONISTORIA  DELLA CARITAS SAN NICOLA
DELL'ARCIPRETURA DI TRECASTAGNI

NELL'AUTUNNO DEL 2008 PINA SIGNORELLI, INSEGNANTE DI RELIGIONE  E NERINA FERLITO, NEO PARROCCHIANA, AVENDO GIA' MATURATO IN PROPRIO IL DESIDERIO DI ATTIVARSI PER DAR VITA ALLA CARITAS PARROCCHIALE, S'INCONTRANO E DECIDONO DI METTERSI IN GIOCO PER RAGGIUNGERE TALE OBIETTIVO.

IL PARROCO, MONS. ROSARIO CURRO, ACCOGLIE CON FAVORE LA LORO PROPOSTA, METTE A DISPOSIZIONE UN LOCALE DELLA PARROCCHIA E LO AFFIDA ALL'ALLORA SEMINARISTA DON ALFIO CRISTAUDO. SI COINVOLGONO ALTRI GRUPPI PARROCCHIALI QUALI: LA CONFRATERNITA, L' AZIONE CATTOLICA, LE EX ALLIEVE SALESIANE, LE INSEGNANTI IN PENSIONE, I CATECHISTI, I MINISTRI STRAORDINARI DELL'EUCARISTIA E TUTTI I PARROCCHIANI DI BUONA VOLONTA’.

IL PRIMO NUCLEO FORMATO DA NOVE ELEMENTI SI PRESENTA ALLA COMUNITA' DURANTE LA FESTA DEL PATRONO SAN NICOLA ASSUMENDONE IL NOME.

LE ATTIVITA' VERE E PROPRIE INIZIANO NEL GENNAIO DEL 2009 CON LA FREQUENZA AL CORSO FORMATIVO DIOCESANO E CON L'APERTURA DEL "CENTRO DI ASCOLTO PARROCCHIALE" OGNI VENERDI’ E, L'ESPERIMENTO DEL SERVIZIO DI DOPOSCUOLA. LO STATUTO SI APPROVA NEL 2010. 

NEL 2011 IL PARROCO AUTORIZZA ANCHE IL SERVIZIO DEL BANCO ALIMENTARE CHE DISTRIBUISCE DERRATE OGNI PRIMO MERCOLEDI’ DEL MESE E NELLO STESSO ANNO LA CARITAS ORGANIZZA IN SEDE IL PRIMO CORSO DI FORMAZIONE PER VOLONTARI.

SIN DAGLI ESORDI LA CARITAS E' PRESENTE IN TUTTE LE MANIFESTAZIONI ESTERNE PER FAR CONOSCERE IL RUOLO PEDAGOGICO DELL'AZIONE CARITATIVA NELLA COMUNITA' ECCLESIALE ED ANCHE PER AUTOFINANZIAMENTO.

S'INSERISCE NEL CIRCUITO DEL COORDINAMENTO DEI VOLONTARI TRECASTAGNESE CON IL QUALE ORGANIZZA LE GIORNATE DEL VOLONTARIATO LOCALE E IL PRANZO DI NATALE.

IL PARROCO E' IL PRESIDENTE DELLA CARITAS MENTRE UN COMPONENTE PARTECIPA DI DIRITTO AL CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE. ATTUALMENTE I VOLONTARI FISSI SONO 18 MA IN PARTICOLARI MANIFESTAZIONI SI PUO’ CONTARE SU DIVERSE COLLABORAZIONI. IL RESOCONTO CONTABILE ANNUALE VIENE SOTTOPOSTO ALL'APPROVAZIONE DEL PRESIDENTE E CONSEGNATO AL CONSIGLIO PER GLI AFFARI ECONOMICI PARROCCHIALE.

MEDIAMENTE NEL PRIMO QUINQUENNIO LE ENTRATE AL NETTO DELLE SPESE SONO STATE DI 1800,00 EURO. PER PRINCIPIO LA CARITAS SAN NICOLA NON ELARGISCE SOMME IN DENARO MA FORNISCE PRODOTTI E SERVIZI DI MODICO VALORE  LIMITATAMENTE ALLE RISORSE DISPONIBILI. NELL'ANNO 2013 ALCUNI NEO-BENEFATTORI HANNO CONTRIBUITO CON OFFERTE PARTICOLARMENTE GENEROSE.

IL NUMERO DEI FREQUENTATORI DEL CENTRO DI ASCOLTO HA SUPERATO LE 140 UNITA', MENTRE LE FAMIGLIE SERVITE DAL BANCO ALIMENTARE SONO 60.

NEGLI ULTIMI ANNI LA CARITAS PARROCCHIALE E' DIVENTATA STRUMENTO INTERLOCUTORE PRIVILEGIATO DELL'AMMINISTRAZIONE CIVILE IN TEMA DI SOLIDARIETA' SOCIALE E NUOVE POVERTA', I CONTATTI CON I CANALI SOCIALI SI SONO INTENSIFICATI E RAFFORZATI.

ATTIVITA'

-    CENTRO DI ASCOLTO OGNI VENERDI' DALLE 16,00 ALLE 18.00;

-    SERVIZIO DOPOSCUOLA  A RICHIESTA NEI LOCALI PARROCCCHIALI;

-   BANCO ALIMENTARE PRIMO MERCOLEDI' DEL MESE GESTITO INSIEME   ALL'ARCICONFRATERNITA DEL PURGATORIO E DEL SACRAMENTO;

- VISITE A DOMICILIO IN COLLABORAZIONE CON I MINISTRI STRAORDINARI DELL'EUCARISTIA;

-  ANIMAZIONE LITURGICA NELLA DOMENICA DEL MANDATO, NELLA FESTA DI SAN NICOLA, IN QUARESIMA, NELLA FESTA DELLA MISERICORDIA, NELLA VEGLIA DI PENTECOSTE E DURANTE LE PROCESSIONI DEL CORPUS DOMINI.

MANIFESTAZIONI ESTERNE

-  QUARESIMA DI SOLIDARIETA' CON VENDITE DI PIANTINE FIORITE AI SAGRATI DELLE CHIESE TRECASTAGNESI NELLA TERZA DOMENICA DI MARZO.

-  COLLETTA MADONNA DELL' AIUTO TERZA DOMENICA DI SETTEMBRE, DURANTE LA S. MESSA ALL'APERTO.

-    FESTA DEL CASTAGNO, AD OTTOBRE IN PIAZZA.

-  FIERA DEL DOLCE E MERCATINO DI NATALE NEL PERIODO DELLA FESTA DI SAN NICOLA.

-    PRANZO DI NATALE META’ DICEMBRE.

-    PERIODICHE FESTE DEL VOLONTARIATO LOCALE.

 ++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++

ALL'INTERNO DELLA CARITAS IL PARROCO HA DESIGNATO UN GRUPPO DI SOSTEGNO DEL SEMINARIO DENOMINATO O.V.S. (OPERA VOCAZIONI SACERDOTALI) LA CUI RESPONSABILE E' LA SIGNORA PINA CRISTAUDO ED AGISCE IN COLLABORAZIONE CON I GRUPPI DELLE ALTRE DUE PARROCCHIE DEL TERRITORIO.

ANNUNCI

I) LA CARITAS SAN NICOLA DISPONE DI RISORSE UMANE DISPOSTE AD ESPLETARE LAVORI DOMESTICI, AGRICOLI, GIARDINAGGIO, BABYSITTING, BADANTAGGIO, MANOVALI E PICCOLE RIPARAZIONI, INFORMATICA. LE PROPOSTE SI VALUTANO IN SEDE CON COLLOQUI INSIEME AGLI INTERESSATI.

II) LA CARITAS CERCA PROFESSIONISTI: MEDICI, AVVOCATI, SINDACALISTI, COMMERCIANTI, INSEGNANTI  PER OFFRIRE PRESTAZIONI GRATUITE AGLI ASSISTITI.

III) LA CARITAS CERCA FAMIGLIE SOLIDALI ALLE QUALI AFFIDARE ALTRE FAMIGLIE IN STATO DI NECESSITA' DA SUPPORTARLE NEI MOMENTI DIFFICILI.

                                                                         NERINA ANIMATRICE CARITAS

STATUTO DELLA CARITAS PARROCCHIALE

Articolo 1

E' istituita nell'Arcipretura Parrocchia San Nicola in Trecastagni piazzale Belvedere, la Caritas Parrocchiale quale organismo pastorale che ha il compito di animare, coordinare e promuovere la testimonianza della carità nella comunità con funzione prevalentemente pedagogica.

Articolo 2

Le finalità della Caritas sono:

sensibilizzare la Parrocchia nel suo insieme, le famiglie, la scuola, il mondo del lavoro, i gruppi e le altre formazioni di base al dovere della carità e della giustizia, così che l'intera comunità cristiana si caratterizzi come comunità di amore.

Ricercare le forme di povertà e di bisogno presenti sul territorio e stimolare la Parrocchia a prendere coscienza della loro esistenza e della loro causa, e a farsene carico sia con risposte dirette, sia stimolando la società civile attraverso adeguati servizi sociali.

Promuovere la nascita e la formazione del centro di ascolto Caritas, di volontari singoli e di gruppi di volontariato, soprattutto in rapporto ai bisogni più scoperti ed alle maggiori forme di povertà e di emarginazione e promuovere la formazione spirituale degli operatori.

Svolgere opera di informazione e sensibilizzazione intorno ai problemi e le povertà su scala mondiale.

Favorire la diffusione di stili di vita improntati all'accoglienza, all'ospitalità, al dono di sè.

Collegare e coordinare gruppi, associazioni e iniziative sociali nel campo della carità perché siano percepite come espressione dell'unica chiesa.

Collaborare, nel rispetto della propria ed altrui dignità, con altre iniziative e proposte di promozione umana.

  Articolo 3

La Caritas agisce all'interno del Consiglio Pastorale di cui fa parte n. 1 componente della Caritas stessa e programma il suo lavoro in collaborazione con i catechisti, gli animatori della liturgia e gli altri incaricati dei vari ambiti della vita parrocchiale.

Articolo 4

La Caritas parrocchiale, espressione ufficiale della pastorale della carità della parrocchia, si dà una struttura rispondente alla configurazione umana e territoriale della comunità ed al fine di animare ogni espressione ed articolazione della vita parrocchiale.

Articolo 5

Il presidente della Caritas parrocchiale è il parroco. Eventuali incarichi a singole persone (segretario, tesoriere, responsabili di settore...) sono conferiti a tempo determinato (possibilmente per una durata in carica pari a quella del consiglio pastorale).

La Caritas parrocchiale si riunisce con frequenza mensile, tiene costanti i rapporti con la Caritas diocesana e partecipa agli incontri di formazione e programmazione da essa proposti.

Alcuni componenti della Caritas parrocchiale partecipano agli incontri del coordinamento Caritas vicariale.

Articolo 6

Il Centro di Ascolto della Caritas parrocchiale può gestire un fondo di solidarietà, destinato ai bisogni urgenti del territorio, che fa parte integrante del bilancio parrocchiale; tale fondo è alimentato mediante forme di coinvolgimento comunitario, di concerto con il Consiglio parrocchiale per gli affari economici (collette finalizzate, quote del bilancio parrocchiale, ecc.). La Caritas parrocchiale si fa carico di animare e organizzare in parrocchia collette indette a livello diocesano e nazionale.

La parrocchia, analogamente alle esigenze della catechesi e delle altre attività pastorali, mette a disposizione della Caritas parrocchiale gli ambienti e gli strumenti necessari.

 Articolo 7

La Caritas Parrocchiale ha sede negli ambienti della comunità parrocchiale prende il nome dal Santo Patrono Nicola e il punto di riferimento è: Via Torrisi 1 - Trecastagni tel. 095 7806480.

           

VISTO ED APPROVATO IN SEDE DI CONSIGLIO PASTORALE

 

 

              IL SEGRETARIO                                                                                 IL PARROCO

Arcipretura Chiesa Madre S. Nicola, Via Arc. Domenico Torrisi, 5 - 95039 TRECASTAGNI (CT) 095 7806480 - Cell: 3482600038