Arcidiocesi di Catania

Arcipretura Chiesa Madre San Nicola

San Giuseppe

 

San Giuseppe, secondo il Nuovo Testamento, è lo sposo di Maria e il padre putativo di Gesù. È venerato come santo dalla Chiesa cattolica e dalla Chiesa ortodossa. Il nome Giuseppe è la versione italiana dell'ebraico Yosef, attraverso il latino Iosephus. San Giuseppe, Maria e Gesù bambino sono anche collettivamente riconosciuti come Sacra Famiglia. La Chiesa cattolica ricorda San Giuseppe il 19 marzo con una solennità a lui intitolata.

In alcuni luoghi, come in Vaticano e in Canton Ticino, ma non in Italia, è festa di precetto. In alcuni paesi della Sicilia è tradizione preparare  le tavolate di San Giuseppe. Le tavole vengono imbandite di cibarie di vario genere, offerte come ex voto a San Giuseppe durante i festeggiamenti del 19 marzo. È una vera e propria arte culinaria diffusa nei paesi dell'entroterra siciliano: Bivona (in provincia di Agrigento), Barrafranca, Enna, Aidone, Leonforte, Pietraperzia, Valguarnera Caropepe (il paesino più noto per questa tradizione) e Piazza Armerina, in provincia di Enna; Aliminusa, Baucina e Bolognetta (in provincia di Palermo).

Le tavolate di San Giuseppe, dette anche "Tauli 'ri' San Giuseppi", vengono preparate nelle case dei devoti che per tutta la giornata rimarranno aperte al pubblico. Questa usanza ricorda così la Sacra Famiglia e lo spirito della carità cristiana nei confronti dei più poveri. Le tavolate vengono apparecchiate con preziosi merletti, lenzuolini e immagini di San Giuseppe. Ciascun visitatore è libero di gustare le prelibatezze messe a disposizione dal proprietario, che prepara o commissiona i "Pupi 'ri' San Giuseppi", ovvero del pane dalle forme particolari, plasmato appositamente per raffigurare gli oggetti quotidiani del Santo falegname. Oltre a questa assoluta prelibatezza, le tavole sono imbandite di primi piatti, come la pasta con il miele; salsicce, salami e formaggi; broccoli, cardi e altre verdure fritte; dolci come i cannoli, le cassate, la pignolata, le cassatelle, bocconcini e babà ripieni...e poi frutta e vivande. Il frutto simbolo delle tavolate di San Giuseppe è l'arancia, presente in quantità notevole. Inoltre le tavolate sono arricchite con finocchi e lattughe.

La tradizione vuole che a queste tavolate partecipino delle comparse, scelte dal proprietario della casa, per rappresentare le figure della Sacra Famiglia. Al centro siedono San Giuseppe, Gesù Bambino e la Madonna accompagnati da San Girolamo e Sant'Anna; poi in talune abitazioni si ha il costume di invitare al vitto anche i dodici Apostoli. Anche nella nostra parrocchia viene realizzata da qualche anno la tavolata grazie ad una famiglia della nostra parrocchia originaria di Valguarnera che ci ha trasmesso tale tradizione.

Per alcuni anni presso la Chiesa S. Andrea era tradizione preparare la vigilia di San Giuseppe la tradizionale “pasta che ciciri” che successivamente fu estesa alle famiglie in difficoltà del luogo.

 

 

La tavolata di San Giuseppe – Anno 2014

 


 


 


 


 

 

 

Arcipretura Chiesa Madre S. Nicola, Via Arc. Domenico Torrisi, 5 - 95039 TRECASTAGNI (CT) 095 7806480 - Cell: 3482600038